la pausa pranzo, ministro si contraddice con l’INRAN

 

tanto per essere popolari, nazionalpopolari, popolarecci, trattiamo un argomento fresco fresco: il ministro rotondi dice che la pausa pranzo non si dovrebbe fare, rovina l’armonia della giornata e negli altri paesi più fighi non si fa (si mangia davanti al PC o dura molta meno).

faccio intanto i miei complimenti a chi ha un lavoro e una pausa pranzo, di sti tempi è raro, poi vorrei sapere perché questi politici sparano così grosse cazzate quando anche i loro organi ufficiali contraddicono una stupida affermazione del genere.

l’INRAN (istituto nazionale per ricerca per gli alimenti e per la nutrizione), appartenente al ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dice proprio il contrario e parla di CONVIVIALITÀ.

nella nuova piramide alimentare istituzionale, si parla di alimentazione equilibrata e per la prima volta di cibi integrali finalmente, inoltre di attività fisica, prodotti stagionali e locali e di convivialità: cioè di rilassarsi almeno quando si mangia, magari con i colleghi a bersi un bicchiere e sparare cazzate senza pensare al lavoro…un’ora mi pare pure poca.

 

 

foto da qui

 

 

 

 

 

 

This entry was posted in novelle cugine. Bookmark the permalink.