Fintissimo sushi: sciusci

questa ricetta non è niente, forse è
solamente mettere insieme tutto quello che ti trovi attorno e
prendere in giro i giapponesi. No, scherzo, le basi della ricetta
sono tradizionali e anche no, sonodi provincia però.

Ad esempio
si inizia con una marinatura del tonno, fatta con dello zenzero, un
po’ d’olio e della salsa Worcester (questa è proprio
giapponese-ticinese). Dopo un’ ora girate velocemente i trancetti di
tonno in una padella antiaderente. Io non l’ho voluto mangiare crudo,
ne ho mangiato troppo, l’ho cotto al sangue, crudo dentro e cotto
fuori.

 

 

Avrete cotto del riso integrale già
raffreddatosi, già grigliato delle zucchine e fatto delle
sottilissime frittatine da tagliare a strisce. Le strisce di frittata
saranno la nostra alga e le zucchine le avevo cotte, le ho provate in
uno e mi hanno convinto.

 

Si parte ed al posto del wasabi una
buona salsa di senape francese.

Pallotta di riso, fetta di tonno in
mezzo, chiudere con il riso il tonno, intingere il lato esterno nella
senape (non molta). Girarvi attorno la fettina di zucchina grigliata
(facoltativo) e la striscia di frittata. Se volete intingete nella
salsa di soia.

Beveteci sopra un buon prosecco!

 

 

 

 

This entry was posted in novelle cugine. Bookmark the permalink.