ALTER@!: pratiche non convenzionali

vi segnalo questa bella rassegna di musica contemporanea dove suonerò pure io

cliccate qui per saperne di più 

Dare un perchè e un quando ad Alter@! è come ricordare la prima volta
in cui si è stati presi dall‘impulso sessuale verso l’altro o come
cercare di ricordare, al risveglio dal postsbornia, la natura
dell’alterazione che ti ha portato a quella smisurata e vuota
sensazione di nausea.
Comunque niente a che vedere con ’sesso, droga e rock ’n roll!’.
Nulla di condivisibile, nulla di comunicabile, niente che riesce a
essere, tra tentativi di biografie, di file immagine, di audio,
definibile.
Eppure un impulso forte, una passeggiata sul ciglio di una frase/burrone, parole soffio, grida, sangue……….
Vite diverse: provincia, città, nord, sud, rumore, musica, circuiti,
interstizi di separazione, parole, silenzi, finte vittime di una realtà
immanente travestita da dualità che si fagocita.
Eppure corpi che si fondono, innesti video, est/etica del mutamento, ecologia della musica.
Incontri casuali, passaggi telefonici, e-m@il, eternità passate ad
ascoltare e a riprodurre,‘passioni mute ’ , improvvisare e ripetizione
della pratica dell’improvvisarsi.

This entry was posted in arte E rivolta: gli arditi dell'arte. Bookmark the permalink.

2 Responses to ALTER@!: pratiche non convenzionali

  1. nto says:

    ciao Riccardo
    scrivimi all’indirizzo che trovi sull’intestazione del sito…cioè questo: arteCHIOCCIOLAautistici.org (metti @ al posto di CHIOCCIOLA). possiamo tenerci in contatto per email e messenger e posso passarti e segnalarti un po’ di cose, ciao

  2. Riccardo says:

    Ciao sono capitato per caso su questo blog cercando cose su demetrio stratos… Ho deciso da poco di avvicinarmi al suo modo di intendere la voce, ma mi ha già preso completamente… Potete darmi qualche consiglio, indicazione, materiale, nome, qualsiasi cosa per cominciare a conoscere le sue (e le vostre tecniche) ? Grazie

    Riccardo

Comments are closed.