avete mai visto un gatti poliziotto?

una celebre battuta dei freak brothers parlava male dei cani e bene dei gatti, concludendosi con il fatto che non esistono gatti poliziotto ma cani si. in italia abbiamo invece il primo esempio di un gatti sbirro (o almeno ci prova).


mi ha sempre un po' puzzato questo fabrizio gatti

un giornalista che, dal nulla, si infiltra nel cpt, si infiltra in ospedale, nei campi di pomodoro…

ieri è uscita sull'espresso la sua nuova denuncia, il nuovo urlo di gatti ricopiato paro paro dalle carte di polizia; manco bruno vespa è così sbirro, sbrirro non nel senso che ha svelato qualcosa di sconosciuto ma come indole a denunciare tutto ciò che leda la stabilità della democrazia. 

da questo link (clicca), puoi leggere l'articolo fresco fresco dell'espresso

io credo che gatti abbia subito pressioni dalla controparte potente, gli avranno detto: "gatti, perchè scrivi sempre male di noi, come minchia la vuoi fare sta carriera così, sei bravo e sforzati!" 

un giornalista sicuramente mercenario, che insegue tutto ciò che luccica, senza un'idea propria: come quell'attoricchio di ulderico pesce di cui tanto abbiamo parlato negli articoli precedenti. gente stanca di rimanere anonima, gente che si venderebbe la madre pure di diventare famosa come enzo biagi.

l'articolo fa proprio cacare, sembra un referto sbrirresco dove si fanno nomi e cognomi di presunti fiancheggiatori cybernetici delle nuove br e degli anarco-insurrezionalisti: due nomi, guarda caso, inventati dallo stato, dal ministero degli interni; gatti prende la palla al balzo, si fa fotocopiare qualche cartaccia dalla polizia, si fa un giro con google e aruba per vedere a chi sono intestati i siti e sentenzia che i rivoluzionari stanno tutti dietro a un mouse, sono tutti lì a cliccare messaggi di solidarietà. i rivoluzionari non escono mai di casa ma il sabato sera, dopo la pizza e prima di andare a casa, vanno a scrivere sui muri "bagnasco merdaccia"!  

il commento. dal mio bar di fiducia

un altro buon motivo per non fare differenze tra una destra di merda e una sinistra "comunque sinistra", un altro motivo per rendersi conto che berlusconi non fa più tendenza e che parlare male di prodi non conviene perchè bisogna lavorare e non si può odiare tutti.

noi anarchici lo abbiamo sempre saputo. "il male minore" non lo abbiamo mai scelto, adesso vi aspettiamo per le prossime elezioni, quando nuovamente vi farete prendere dal panico pensando di andare a votare più a sinistra possibile, tutto per cacciare berlusconi…è semplice immaginare un mondo senza servi e padroni, non entrate in crisi se quella domenica mattina andate a fare una  gita fuori porta o stracciate la cartella elettorale. non cambia se il vostro voto è pulito e va ai verdi, se è rosso e va ai comunisti: va comunque nello stesso cesso. 

e poi, ma sti verdi che hanno fatto di verde? per non parlare dei comunisti

This entry was posted in gli arditi pentiti. Bookmark the permalink.

4 Responses to avete mai visto un gatti poliziotto?

  1. sesso says:

    i’am really impressed!!

  2. sex says:

    L’information interessante que vous avez! I’am allant revenir bientot.

  3. si says:

    l’articolo di gatti fa cacare. certo è che non si e’ sbattuto molto per doverlo scrivere tra comparsate tv e svistetelematiche

Comments are closed.