morto Albert Hofmann

 

Grazie Albert

da piccolo ti volevo molto bene, leggevo anche i tuoi libri e mi ricordo in particolare quello che trattava dei misteri di Eleusi. E poi la musica e il Live at Pompeii dei Pink Floyd, le camminate kilometriche in spiagge infinite, la prima volta con la fidanzatina dell’epoca e le successive prove sessuali ovviamente mal riuscite. Perchè allora in vespa? Quando il manubrio iniziava a cambiare colore e tutte le parole e poesie scritte e le stronzate registrate nel wolkman e i dinosauri verdi e l’elefante…

E poi basta, la gente iniziava a rincoglionire e ti pensavano solamente per continuare a rididere per 12 ore: niente più psicadelia e sperimentazione; quindi paura e voglia di uscire dal sogno, quindi basta (anche se qualche anno dopo la salvia mica scherzava con i suoi ometti verdi nel mio piccolo mondo segreto).

per chi fosse interessato ed è un tipo "bio", vi consiglio la Segale Cornuta

 

This entry was posted in arte E rivolta: gli arditi dell'arte. Bookmark the permalink.